Ciao Caterina, sono Ornella.
Non ci vediamo da Gennaio, da quando ci siamo incontrate per risolvere il problema dei miei genitori.
Volevo informarti che sono riuscita, grazie a te ed al tuo team, a farli ricoverare entrambi per una settimana al “Bianchi”; ne sono usciti con la diagnosi: “Demenza vascolare fronto-temporale” in più mia madre ha un “Deficit cognitivo”.
Il Dott. Bianchi è una persona splendida che ad ogni problema si mette a disposizione.
Oggi la situazione è abbastanza sotto controllo; ho cercato di organizzare un lavoro di squadra con una badante, che mi ha fatto conoscere Teresa, Nirmala, 24 ore su 24 più quella che avevo prima che l’affianca dalla mattina fino alle 15,00 e la domenica c’è Josef che sostituisce Nirmala.
Fino ad oggi la situazione è abbastanza tranquilla rispetto a quando ci siamo incontrate.
Ma veniamo a noi, avrei voluto informarti di persona ed abbracciarti per dirti che sei fantastica e dimostrarti tutta la mia gratitudine per essermi stata vicina in un momento critico e per essere stata pronta alla risoluzione dei problemi.
Mi sentivo persa e disperata, ma il tuo supporto morale e pratico è stato un gancio di luce in un cielo buio.
Tu sei per me l’Angelo Custode Capo, seguita dalla tua squadra di Angeli Custodi favolosi.
Un grazie di cuore a Teresa, che mi ha ascoltato e supportato psicologicamente e attivamente da subito ed ogni volta che ne avevo bisogno; ma anche un grande GRAZIE (ed è poco) a tutto lo staff, tutte lo meritano, non faccio nomi perchè rischierei di dimenticare qualcuno e nessuno merita di essere esclusa; sono tutte persone meravigliose che si attivano ad ogni richiesta di aiuto con il loro operato professionale ed umano.
Agli incontri all’RSA, Teresa è bravissima nel gestire e ultimamente c’è (purtroppo) tanta gente, ma ci manchi tu che sei un’icona di coraggio, concretezza e umanità.
Tu sei unica, fai un lavoro sicuramente difficile e stressante, con battaglie ed insuccessi, ma quando conquisti una vittoria (e non sono poche), per quanto stancante, è gratificante e questo è lo stimolo per non mollare mai, per continuare a combattere e collezionare sempre più vittorie.
Io, come tutti, siamo nella stessa barca, vedo te al timone e ti sono vicino nelle battaglie e gioisco ai successi.
Mi auguro vivamente d’incontrarti allo spettacolo di Lunedì 31/3, per darti di persona il mio abbraccio.
Scusa, spero di non averti annoiato con mille parole, so di essere all’inizio del percorso, ma sentivo il bisogno di comunicarti i miei pensieri…..non mi dilungo oltre, rischierei di ripetermi, ti dico solo: “GRAZIE…GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE FAI…GRAZIE DI ESISTERE!!”
Ti voglio un mondo di bene.
Ornella.

Grazie di esistere!
Condividi