Villa Maria di Battipaglia: dopo il Gabibbo arriva l’Asl 

BATTIPAGLIA. Villa Maria: finalmente qualcosa si muove. Non si parla certo di apertura della casa di riposo per anziani, che finora è costata tantissimo tra costruzione, arredi e consiglio d’amministrazione. Piuttosto, tramite protocollo d’intesa tra Comune di Battipaglia e Asl di Salerno firmato qualche tempo fa, si è giunti almeno all’utilizzazione di una piccola area di Villa Maria. A servirsi di stanze arredate e macchinari pronti dal 2005 è appunto l’Asl che ne ha fatto un presidio per anziani e malati di Alzheimer. Questa convenzione, però, è solo l’ultima di una lunga serie fallite per oscuri motivi. In particolar modo quella realizzata da don Ezio Miceli che aveva, senza ulteriori finanziamenti, concretizzato una realtà per ex tossicodipendenti e persone socialmente disagiate.

Tra i responsabili dell’Asl che ha preso possesso di una parte di Villa Maria, il dottor Giuseppe Schifani (nella foto), coordinatore dell’area integrata. «Vogliamo coniugare il servizio medico e quello sociale della “Pignatelli”. Abbiamo preso diverse stanze per prelievi, assistenza medica e semi-residenziale per malati di Alzheimer. Abbiamo esperti per queste demenze, non solo per fini diagnostici, ma anche per assistenza farmacologica e materiale visto che il loro destino è quello di aggravarsi sempre di più. Questa struttura è un’espressione di quella a piazza San Francesco, visto che lo stesso dirigente di quest’ultima lavora anche a Villa Maria. Chi viene qui può fruire anche dei servizi Asl che è presente. La sinergia è questa, per un’assistenza integrata e globale. Non ci sono grandi macchinari perché non ne servono per anziani. Qui hanno molto più sostegno sociale, medico rispetto a quello che potrebbero avere a casa per l’evoluzione della società attuale. Per ora è poco, ma è un inizio».
D’altronde era ora di utilizzare una struttura costata fin troppo, nata con l’intento di creare una casa di riposo per anziani a 870 euro procapite. La spesa più alta di gestione è stata utilizzata per un consiglio d’amministrazione che, al di là dei lauti stipendi dei componenti, ha deliberato adeguamenti, arredi e posti di lavoro. Per una struttura mai utilizzata. La vicenda aveva portato a Battipaglia il Gabibbo di “Striscia la notizia”. A lui era stato risposto dal direttore della “Pignatelli” che «non si possono ospitare anziani perché il Comune di Battipaglia non ha ancora approvato il piano». Ben diversa la volontà espressa il 4 luglio 2005, quando ci fu il taglio del nastro alla presenza dell’allora sindaco Liguori e dell’allora presidente della “Pignatelli”, Romeo Leo.

Francesco Piccolo

Pubblicato su www.solobattipaglia.com, 6 Marzo 2009

—————————————————————————————————————————————————

Il primo centro diurno Alzheimer sul territorio di Salerno

Dopo una lunga attesa, grazie anche all’intervento dell’Associazione Regionale Malattia di Alzheimer e del Comune di Battipaglia, l’ASL di Salerno ha disposto l’apertura del primo Centro Diurno Alzheimer sul proprio territorio, dove si stima che siano circa 7000 le persone affette da questa debilitante malattia. “Villa Maria”, a Battipaglia, offrirà servizi di aiuto e sorveglianza nelle attività quotidiane e, grazie alla collaborazione dei volontari dell’AIMA, “anche attività ricreativo-occupazionali, di socializzazione e tecniche di attivazione cognitiva volte al miglioramento dei deficit relativi alle abilità”, come puntualizza il comunicato stampa diffuso dall’Associazione. Tuttavia il centro non è stato pensato solo per le persone affette dalla malattia, ma, offrendo anche servizi di segretariato sociale e supporto medico-legale, organizzazione di Gruppi di Auto Mutuo Aiuto e percorsi educativi nonché un Centro Ascolto, cercherà anche di sostenere i famigliari e chi si prende cura di questi malati con un supporto concreto e costante, favorendo la domiciliarità a scapito del ricovero ospedaliero. La struttura sarà aperta al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì.

(Associazione Italiana Malattia di Alzheimer – Sezione Campana, 27 aprile 2010)

Pubblicato su http://www.centromaderna.it/news_dettaglio.php?num=3327, 28 Aprile 2010

—————————————————————————————————————————————————-

Battipaglia, apre i battenti il primo centro diurno per malati di Alzheimer

L’amministrazione comunale di Battipaglia, la Asl di Salerno e l’Aima (Associazione italiana malati di Alzheimer) inaugurano, 1° luglio, il primo centro diurno per la riabilitazione e l’assistenza ai pazienti affetti da demenza di Alzheimer. La gestione della struttura è integrata tra le tre istituzioni promotrici. Il Centro diurno Alzheimer offre ai malati, nei primi due stadi della malattia, occasioni di socializzazione e programmi di trattamento terapeutico per mantenere il più a lungo possibile le capacità residue dei malati e per offrire alle famiglie un aiuto puntuale e un sostegno nell’affrontare la malattia e i cambiamenti ad essa associati.

Pubblicato su http://archivio.denaro.it/VisArticolo.aspx/VisArticolo.aspx?IdArt=602049, 29 Giugno 2010

—————————————————————————————————————————————————-

ASL SALERNO_1_Luglio_2010.pdf-page-001

—————————————————————————————————————————————————-

Un centro per i malati di Alzheimer

Napoli – Il primo luglio, in occasione del decimo anniversario dell’Aima Campania (associazione italiana malattia d’Alzheimer),sarà inaugurato il Centro diurno Alzheimer di Battipaglia, la prima struttura, nel salernitano dedicata alla cura di questa malattia che colpisce gli anziani. Villa Maria sarà la prima struttura con una gestione realmente integrata tra Asl, Comune e associazionismo. Infatti, oltre al supporto dei servizi sociali del Comune, a fianco dei pazienti e delle famiglie, l’Aima sarà presente anche attraverso altre attività dedicate quali: centro ascolto, gruppi di auto mutuo aiuto, percorsi educativi, segretariato sociale, supporto medico legale. Il luogo riabilitativo è stato progettato pensando a un percorso di umanizzazione delle cure che pone la persona al centro; offrirà ai malati di Alzheimer, nei primi due stadi della malattia, occasioni di socializzazione e programmi di trattamento terapeutico, per mantenere il più a lungo possibile le capacità residue e per offrire alle famiglie un aiuto puntuale e un sostegno nell’affrontare la malattia e i cambiamenti a essa associati.

 Dal “to cure al to care” è infatti lo slogan del convegno inaugurale che si terrà nella cittadina del salernitano. La presa in carico “globale” migliorerò non solo le condizioni della persona affetta da Alzheimer, ma darà sollievo anche alle famiglie. “L’impegno costante sarà quello di prevedere un potenziamento dei servizi rivolti a questa specifica problematica – fanno sapere gli operatori dell’Aima -, al fine di sostenere la domiciliarità e ridurre sempre più il ricorso a ricoveri impropri e lo stress ai caregiver”. La demenza, infatti, con una prevalenza di circa il 6% nei soggetti di età superiore ai 65 anni, rappresenta una delle patologie cronico-degenerative con il più rilevante impatto sul consumo di risorse sanitarie e socio-assistenziali e con più ampio coinvolgimento delle famiglie nei compiti di assistenza e tutela dei soggetti colpiti. Sul territorio salernitano si stima che siano circa 7000 le persone affette da sola demenza di Alzheimer, considerata la forma più comune rappresentando l’80% circa di tutte le demenze.

L’inaugurazione, organizzata dall’Asl di Salerno e dall’Aima,  in collaborazione con il Comune di Battipaglia ed altri partner, “sarà l’occasione per una giornata di riflessione, a più voci, sui temi legati alla cura e alla riabilitazione di questi malati – aggiungono ancora gli operatori dell’associazione, in un comunicato stampa -, che deve estendersi anche a  terapie complementari, dalla nutrizione a tecniche di attivazione cognitiva e psicomotoria, dalla musicoterapia alla pet therapy”. La struttura, concessa in comodato d’uso dal Comune di Battipaglia, sarà gestita da operatori esperti e qualificati dell’Asl di Salerno, dal lunedì al venerdì. “Le attività del Centro partiranno non più tardi di settembre prossimo – dichiara Giuseppe Schipani dell’Asl di Salerno -. Ospiteremo 20 anziani con un grado lieve-medio di demenza, ovvero che hanno ancora un’autonomia neuro-motoria. Il Comune ha concesso la struttura in comodato d’uso su cui effettuerà dei lavori di adeguamento per un costo di 30mila euro. Circa 800mila euro di fondi regionali già stanziati, di cui è responsabile il dottore Ettore Vece, saranno impiegati sul Centro Diurno”.

Pubblicato da R. M., 28 Luglio 2010

—————————————————————————————————————————————————-

Alzheimer, centro diurno a Battipaglia

Ha aperto i battenti il 1° luglio scorso, in occasione del 10° anniversario dell’Associazione italiana malattia d’Alzheimer Campania, presso l’Asl di Salerno, il centro diurno Alzheimer di Battipaglia, “Villa Maria” la prima struttura, nel salernitano, dedicata alla malattia degenerativa neurologica più diffusa nell’anziano.
“Villa Maria – dice Caterina Musella, responsabile dell’associazione malati di Alzheimer in Campania – sarà il primo Centro diurno con una gestione realmente integrata tra Asl, Comune e associazionismo”.
Un luogo riabilitativo progettato pensando ad un percorso di umanizzazione delle cure che pone la persona al centro. La struttura offre ai malati di Alzheimer, nei primi due stadi della malattia, occasioni di socializzazione e programmi di trattamento terapeutico per mantenere il più a lungo possibile le capacità residue dei malati di Alzheimer e di offrire alle famiglie un aiuto puntuale e un sostegno nell’affrontare la malattia e i cambiamenti ad essa associati. “L’inaugurazione, organizzata dall’Asl di Salerno e dall’Aima, in collaborazione con il Comune di Battipaglia ed altri partner ha rappresentato l’occasione per una giornata di riflessione, a più voci, sui temi legati alla cura e alla riabilitazione di questi malati, che deve estendersi anche a terapie complementari, dalla nutrizione a tecniche di attivazione cognitiva e psicomotoria, dalla musicoterapia alla pet therapy”.
In cantiere iniziative per sostenere la domiciliarità e ridurre sempre più il ricorso a ricoveri impropri e lo stress ai caregiver. Sono intervenuti oltre al commissario della Asl di Salerno, il Comune di Battipaglia e altre istituzioni come Federsalute ed Anaste, la Cgil e la Cisl, la Sodexo, il vice presidente della V Commissione Sanità e la vice presidente della Provincia di Salerno che hanno garantito il loro impegno nella prosecuzione di un lavoro a rete in un’ottica di presa in carico globale per migliorare non solo le condizioni della persona affetta da Alzheimer ma anche per dar sollievo alle famiglie.

Fonte: http://archivio.denaro.it/VisArticolo.aspx?IdArt=605446, pubblicato il 3 Agosto 2010

—————————————————————————————————————————————————–

Centro Diurno Alzheimer. E’ il primo del Salernitano

L’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer (AIMA sezione campana) invita alla Conferenza Stampa che si terrà LUNEDI’ 29 NOVEMBRE 2010, presso la Sala Convegni del Nuovo Centro Diurno Alzheimer Via Etruria, 10 Battipaglia.
Nell’occasione verrà consegnato il I° Premio AIMA da parte dell’Associazione alle Istituzioni che hanno consentito il raggiungimento di un grande risultato per la Regione Campania, in quanto obiettivo previsto dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e dal Piano di Rientro, ma soprattutto di un importantissimo servizio dedicato alla Persona con Alzheimer e alla sua Famiglia e a sostegno della domiciliarità. Durante la Conferenza Stampa sarà presentata l’équipe del Centro e anticipate alcune delle linee programmatiche riguardanti le attività assistenziali, di ricerca e formazione a tutela del paziente fragile e quale sostegno alla Famiglia nella gestione di cura.

Ore 11.00 Benvenuto: Dr.Giovanni Santomauro, Sindaco Comune di Battipaglia
Ore 11.15 Presentazione Centro, Team e attività: Prof. Francesco De Simone, Commissario ASL Salerno
Ore 11.30 Consegna Premio AIMA: Dr.ssa Caterina Musella Branciforte, Presidente AIMA sezione campana

E’ prevista la presenza del Consigliere alla Sanità della Regione Campania Senatore Raffaele Calabrò

Modera l’incontro Dr Ermanno Corsi Giornalista e conduttore televisivo

Il Presidente
Caterina Musella Branciforte  –   339/4670716 catmus@libero.it

Comunicato Stampa

Il 29 novembre 2010: Il primo Centro Diurno Alzheimer apre le porte alle persone con Alzheimer e alle loro famiglie

Finalmente dopo anni di battaglie e lunghe attese, su sollecitazioni dell’instancabile Associazione Regionale Malattia di Alzheimer, il 29 Novembre p.v., l’ASL di Salerno apre a Battipaglia il primo Centro Diurno Alzheimer del territorio Salernitano, struttura concessa in comodato d’uso dal Comune di Battipaglia.
Importantissimo traguardo per la Regione Campania in quanto obiettivo previsto dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e dal Piano di Rientro nonché strumento ecologico a sostegno della domiciliarità.
La data è stata comunicata dallo stesso Commissario dell’ASL, Prof. Francesco De Simone, il quale sarà presente insieme al Sindaco Santomauro, all’AIMA e a tutto il personale del Centro Diurno Alzheimer, per accogliere i primi ospiti della struttura unitamente alle loro Famiglie.
Dopo l’inaugurazione dei locali avvenuta il I Ottobre u.s., in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer e del X anniversario dell’AIMA sezione campana, il 29 p.v. vi sarà l’accoglienza dei pazienti e la presentazione della conferenza stampa.
Tale struttura, che aveva ottenuto una prima autorizzazione dall’Amministrazione precedente, rappresenterà per circa 7000 persone affette da Alzheimer, nel solo territorio del Salernitano, un punto di riferimento certo ed un sollievo per quelle altrettante Famiglie, il cui carico assistenziale ricade unicamente sulle loro spalle (il 70% delle spese per un paziente con Alzheimer è a carico unicamente delle Famiglie).
Una struttura prevista dai LEA e che rientra tra gli obiettivi del Piano di rientro. Strumento ecologico a sostegno della domiciliarità e per la prevenzione di ricoveri impropri che solleverà le Famiglie dal loro carico assistenziale ed economico.
La struttura nel corso di questi ultimi mesi è stata anche luogo di incontro e di dibattito per centinaia di cittadini che si sono incontrati in alcune occasioni seminariali/congressuali come quella del I Luglio dal titolo “Dedicato a te dal to Cure al to Care – Le risposte ai reali bisogni della persona con Alzheimer e della sua famiglia” o come quella del I Ottobre dal titolo “AIMA AMIAMOCI: dal to Cure al to Care – La centralità della Persona con Alzheimer e della sua Famiglia all’interno di un percorso di umanizzazione e continuità assistenziale”.
Durante l’occasione l’AIMA potrà finalmente consegnare al Comune di Battipaglia e all’ASL di Salerno, il I premio AIMA destinato a quelle Istituzioni che si sono contraddistinte per la programmazione di servizi dedicati alle Persone con Alzheimer e loro Famiglie, nonchè al Consigliere per la Sanità della Regione Campania Senatore Raffaele Calabrò per la sensibilità e l’impegno che sta dimostrando nei confronti della Malattia e delle sue complesse problematiche.

Caterina Musella Branciforte – 339/4670716 catmus@libero.it

Pubblicato su www.twimc.it, 22 Novembre 2010

—————————————————————————————————————————————————–

A Battipaglia il primo Centro Diurno Alzheimer del territorio Salernitano

Finalmente dopo anni di battaglie e lunghe attese, su sollecitazioni dell’instancabile Associazione Regionale Malattia di Alzheimer, il 29 Novembre p.v., l’ASL di Salerno apre a Battipaglia il primo Centro Diurno Alzheimer del territorio Salernitano, struttura concessa in comodato d’uso dal Comune di Battipaglia.

Importantissimo traguardo per la Regione Campania in quanto obiettivo previsto dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e dal Piano di Rientro nonché strumento ecologico a sostegno della domiciliarità.La data è stata comunicata dallo stesso Commissario dell’ASL, Prof. Francesco De Simone, il quale sarà presente insieme al Sindaco Santomauro, all’AIMA e a tutto il personale del Centro Diurno Alzheimer, per accogliere i primi ospiti della struttura unitamente alle loro Famiglie.Dopo l’inaugurazione dei locali avvenuta il I Ottobre u.s., in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer e del X anniversario dell’AIMA sezione campana, il 29 p.v. vi sarà l’accoglienza dei pazienti e la presentazione della conferenza stampa.Tale struttura, che aveva ottenuto una prima autorizzazione dall’Amministrazione precedente, rappresenterà per circa 7000 persone affette da Alzheimer, nel solo territorio del Salernitano, un punto di riferimento certo ed un sollievo per quelle altrettante Famiglie, il cui carico assistenziale ricade unicamente sulle loro spalle (il 70% delle spese per un pz con Alzheimer è a carico unicamente delle Famiglie) Una struttura prevista dai LEA e che rientra tra gli obiettivi del Piano di rientro. Strumento ecologico a sostegno della domiciliarità e per la prevenzione di ricoveri impropri che solleverà le Famiglie dal loro carico assistenziale ed economico.La struttura nel corso di questi ultimi mesi è stata anche luogo di incontro e di dibattito per centinaia di cittadini che si sono incontrati in alcune occasioni seminariali/congressuali come quella del I Luglio dal titolo “Dedicato a te dal to Cure al to Care – Le risposte ai reali bisogni della persona con Alzheimer e della sua famiglia” o come quella del I Ottobre dal titolo “AIMA AMIAMOCI: dal to Cure al to Care – La centralità della Persona con Alzheimer e della sua Famiglia all’interno di un percorso di umanizzazione e continuità assistenziale”.Durante l’occasione l’AIMA potrà finalmente consegnare al Comune di Battipaglia e all’ASL di Salerno, il I premio AIMA destinato a quelle Istituzioni che si sono contraddistinte per la programmazione di servizi dedicati alle Persone con Alzheimer e loro Famiglie, nonchè al Consigliere per la Sanità della Regione Campania Senatore Raffaele Calabrò per la sensibilità e l’impegno che sta dimostrando nei confronti della Malattia e delle sue complesse problematiche.

F.to Caterina Musella Branciforte
Per visualizzare le foto ed il video relativi all’apertura del centro diurno di Battipaglia  visita anche la pagina http://solobattipaglia.com/attualita/20-sanita/973-apre-a-battipaglia-il-primo-centro-diurno-per-malati-di-alzheimer-foto-e-video
—————————————————————————————————————————————————

Nel salernitano il primo centro di assistenza per i malati di Alzheimer

Si terrà lunedì 29 novembre la Conferenza Stampa dell’ AIMACampania – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer – per presentare le attività del primo centro diurno Alzheimer del Salernitano. L’evento avrà luogo presso la Sala Convegni del Centro Diurno Alzheimer in Via Etruria 10 a Battipaglia, alle ore 11.00.

Si tratta di un’importante traguardo per l’associazione che potrà  intensificare il sostegno e l’ assistenza alle persona malate di Alzheimer ed alle loro famiglie.

——————————————————————————————————————————————

Apre finalmente il Centro diurno Alzheimer di Battipaglia

Presenti il Commissario straordinario dell’Asl Salerno De Simone, il Sindaco di Battipaglia Santomauro, le associazioni di volontariato, malati e le loro famiglie, è stato finalmente annunciata, stamane  in conferenza stampa,  l’apertura, dal 30 novembre,  del Centro diurno Alzheimer di Battipaglia, ubicato nella struttura comunale ” Villa Maria “, realizzata alla fine degli anni ottanta dal Comune d i Battipaglia e destinata originariamente a casa per anziani.  A presentare la struttura l’AIMA ( Associazione Italiana Malatti Alzheimer ), che avrà nella struttura un suo centro di ascolto. Il Centro è il primo in Provincia di Salerno ed è stato attrezzato con risorse finanziarie rivenienti da fondi Cipe. L’Asl ha ribadito il proprio impegno a garantire la funzionalità della struttura con propri fondi, una volta esauriti quelli europei. Si tratta ora di dare piena funzionalità al Centro, assicurando assistenza ai malati di un’area più vasta, coinvolgendo anche il Piano sociale di zona, S5, in un’ottica di razionalizzazione ed  ottimizzazione della spesa.

Pubblicato su http://www.anpciabattipaglia.it/web/index.php/home/739-apre-finalmente-il-centro-diurno-alzheimer-di-batipaglia, il 29 Novembre 2010

—————————————————————————————————————————————————-

 

 

CD Battipaglia

Pubblicato su Il Mattino, Salerno, 4 Maggio 2010

 

CD Battipaglia againNuova Stagione - 5 dicembre 2010 Centro Diurno Battipaglia

 

Centro Diurno Alzheimer di Battipaglia: il primo del Salernitano
Condividi