Condividi

– COMUNICATO STAMPA –

XXVI GIORNATA MONDIALE DELL’ALZHEIMER

 

Anche quest’anno in Campania si è celebrata la Giornata Mondiale dell’Alzheimer per desiderio dell’AIMA Napoli Onlus, Associazione Italiana Malattia d’Alzheimer, e del Presidente Caterina Musella, che ha fortemente voluto ricordare l’importanza dell’appuntamento annuale sul tema delle demenze. Quest’anno la manifestazione, presentata da Stefano Branciforte e Margherita Salemme, si è tenuta a Bacoli presso Villa Ferretti, bene confiscato alla camorra e “il cui rilancio parte proprio da iniziative come queste”, ha ricordato il vicesindaco di Bacoli, Salvatore Illiano, che ha rinnovato l’appoggio dell’amministrazione all’AIMA anche attraverso la concessione della struttura per l’evento. L’iniziativa ha previsto un momento di confronto con le realtà istituzionali e associative, locali e regionali, per ricordare le progettualità in corso e proporne di nuove. A seguire la premiazione dei giornalisti: Valeria Capezzuto (TGR Campania), Ettore Mautore (Il Mattino) e Serena Bernardo (Viggì Channel), che dal 2000 si sono distinti per merito e impegno nel dar voce alle denunce dei familiari rappresentati dall’AIMA, risvegliando spesso le coscienze dormienti delle istituzioni competenti. In chiusura, il concerto “La Canzone Napoletana – Storia, passione e musica di una città” a cura del Coro dei Cantori di Posillipo.

Occasione periodica, quella del 21 settembre, per fare il punto della situazione sullo stato dell’arte della ricerca, sui nuovi modelli di cura e d’assistenza e sui risultati conseguiti nel corso dell’anno. All’evento hanno preso parte i rappresentanti dei comuni di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida, con i quali l’AIMA ha avviato una stretta collaborazione per progetti a sostegno delle famiglie che soffrono e combattono questa terribile malattia.

Il Consigliere comunale del Comune di Pozzuoli, Mariano Amirante, ha affermato:

« Siamo orgogliosi della nuova sede che AIMA ha sul nostro territorio e delle attività che l’associazione svolge. Attività che hanno un valore immenso. Sono qui anche per sottolineare la volontà da parte dell’ambito N12 di autorizzare una struttura individuata dall’amministrazione come struttura sociale al servizio della comunità, la cui procedura, a cura degli uffici competenti, sarà ultimata a giorni. »

 

Alessandro Pasca di Magliano, Soprintendente dell’istituto Pio Monte della Misericordia, che ha concesso in comodato d’uso all’AIMA la nuova sede di Bacoli, ha annunciato nuovi lavori di ristrutturazione per la realizzazione del progetto oggetto della raccolta fondi della serata: un ambulatorio demenze polispecialistico, che potrà diventare nuovo punto di riferimento per cittadini e specialisti.

E proprio da uno specialista arriva la “benedizione scientifica” al progetto nella persona del Prof. Alfredo Postiglione, Geriatra UO Medicina Geriatrica AOU Federico II e membro del comitato tecnico-scientifico dell’AIMA, che nel suo intervento ha descritto com’è nata l’idea di un ambulatorio demenze polispecialistico:

«Nasce da un’esigenza che con Caterina abbiamo sempre rilevato, e cioè il vagare delle persone anziane tra l’urologo, l’ortopedico, l’oculista, l’otorino. Anche perché il più delle volte devono essere accompagnati da figli e parenti e gli orari lavorativi non coincidono. E’ una tragedia. Quindi, poter coagulare in un unico posto un insieme di attività e di specialisti dedicati, che possano aiutare una persona anziana, soprattutto se affetta da Alzheimer, può essere soltanto un sollievo, per i pazienti, per i familiari e per la società tutta.»

Inoltre, Postiglione ha voluto lanciare un messaggio di speranza a tutti:

«La malattia si può, in parte, prevenire. Non è detto che tutti siamo destinati al rischio terribile di questa patologia. Se si potesse correggere l’ipocusia, il declino dell’udito, si risparmierebbe il 9% dei casi di malattia d’Alzheimer; una maggior cura della pressione ridurrebbe il rischio del 3%.»

Il Sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese, accompagnato dal vicesindaco Teresa Coppola, ricorda a tutti il protocollo d’intesa tra AIMA e l’amministrazione montese, che prevede un piano di eventi di sensibilizzazione sul territorio e annuncia che i comuni di Monte di Procida e Bacoli stanno dialogando per individuare un mezzo di trasporto “a costo zero” che aiuti i cittadini a raggiungere la Casa Alzheimer di Bacoli, inaugurata nel giugno 2018.

Presente all’evento anche la Regione Campania, nella persona del sempre partecipe Consigliere regionale Alfonso Longobardi, che da oltre un anno ha sposato la causa del sostegno alle persone affette da Alzheimer e che prende la parola sul palco:

«Ormai con l’AIMA ci siamo adottati reciprocamente. Io voglio ringraziarvi per le vostre attività […]E’ da anni che insieme condividiamo un percorso virtuoso comune. Alcuni obiettivi strategici sono stati già raggiunti, altri dovranno essere realizzati per il bene dei pazienti e dei loro familiari. Come Regione Campania siamo all’avanguardia sul fronte legislativo come dimostra il decreto, che approva il percorso formativo per la qualifica “Caregiver Alzheimer” e che deve essere inserita nel Repertorio regionale delle qualificazioni e ancora la legge approvata sul Caregiver, anche se occorrono risorse economiche per migliorare i servizi. Per questo motivo verificherò nel bilancio regionale le disponibilità necessarie per istituire un fondo per l’Alzheimer, un fondo a disposizione di chi fa iniziative pratiche, iniziative che sono dirette alle famiglie, senza fronzoli e intermediazioni politiche.»

Importante intervento del dott. Antonio D’Amore, Direttore Generale dell’ALS NA 2 Nord, che ha ringraziato l’associazione e le realtà presenti che hanno dato prova di fattività nella creazione di una rete a sostegno dei cittadini più fragili e alla domanda sull’ipotesi di accreditare le prestazioni AIMA con quelle della azienda sanitaria risponde:

«Senz’altro sì. Si parlava di rete e integrazione, questa rete penso si stia formando. I comuni firmano partenariati, l’ASL ha ricevuto la dott.ssa Musella più volte, ci siamo parlati e ci siamo capiti. Senz’altro noi faremo di più.»

 

Un messaggio di appoggio e sostegno arriva anche da parte del Direttore Generale dell’ASL NA 1 Centro, Ciro Verdoliva, che ricorda la centralità che gli enti territoriali hanno nel supportare i pazienti e i loro cari.

«Colgo l’occasione per ringraziare l’ ASL NA 1 Centro che, con dedizione, professionalità e amore si dedica ogni giorno a rendere meno difficile la vita di chi purtroppo è colpito dalla malattia d’Alzheimer. Un ringraziamento lo voglio riservare anche alla dottoressa Musella e all’AIMA per l’impegno e l’amore che quotidianamente dedicano a chi lotta contro questa malattia.»

 

Il Prof. Alessandro Iavarone, Presidente SINDEM Campania e membro del comitato tecnico-scientifico dell’AIMA, ha ricordato l’importanza dell’intervento riabilitativo nelle demenze e precisando che

«c’è riabilitazione dovunque ci sia un intervento programmatico volto a erodere i margini di handicap connessi ad una disabilità. Non fa nessuna differenza se una disabilità come l’Alzheimer è una disabilità progressiva, e in questo contesto il ruolo sociale delle associazioni come l’AIMA è essenziale. Non saremmo mai arrivati a questa sensibilizzazione, a questo livello di intervento, senza l’AIMA, che voglio ringraziare.»

 

La dott.ssa Doriana Bonavita, Segretario CISL Campania, che si sta battendo per far inserire la qualifica riconosciuta come “Caregiver Alzheimer” all’interno del repertorio regionale delle qualificazioni professionali, ha denunciato un rallentamento nella procedura del riconoscimento ma «confidiamo – ha detto – di arrivare a compimento dell’iter entro questa legislatura.»

 

Chiude il dibattito il dott. Pierpaolo Polizzi, Presidente ASPAT Campania, che interrogato sul tema della qualità dell’assistenza nelle strutture sanitarie risponde:

«noi cerchiamo quotidianamente di rimuovere questo pregiudizio, quasi ancestrale, nei confronti del privato accreditato che in quanto tale è assoggettato a standard e requisiti strutturali, tecnologici, e che per questi motivi non può in alcun modo rinunciare alla qualità. C’è bisogno di sinergia, e l’ASPAT è tra i fautori di questa sinergia, tra pubblico e privato. Colgo l’occasione per rinnovare la nostra disponibilità all’AIMA a cooperare in ambito di progettazione socio-sanitaria integrata e per l’importantissima diagnosi precoce. Un patto d’alleanza tra noi e l’AIMA per il raggiungimento di ulteriori requisiti etici, deontologici e di qualità, in base alle Linee di indirizzo AIMA, disposti anche a fare un passo indietro nel nostro attuale setting assistenziale. »

In chiusura le toccanti parole di Maria D’Amore, una persona con demenza, che ha testimoniato quanto difficile sia questa malattia, quanto trascini con sé non solo la persona che ne è affetta, ma tutta la sua famiglia, pregando le istituzioni presenti di “far rete” affinché, anche con la malattia, si possa continuare a vivere dignitosamente.

Si ricorda che, in occasione della Giornata Mondiale, Rai 2 ha trasmesso il programma tv “Dimenticanze” (produzione KIMERA, di Chiara Salvo e Sabrina Bacalini), uno speciale dedicato all’Alzheimer, condotto da Michela Marzano, che ha incontrato famiglie, utenti e operatori dell’AIMA.

Prossimo e ultimo appuntamento il 28 settembre, ore 9.30 a Battipaglia, con il convegno “La persona con demenza e la tutela della sua salute” organizzato dalla dott.ssa Rosa Scarpa e dal gruppo operativo AIMA Battipaglia, presso la sala conferenze della Parrocchia San Gregorio VII – Battipaglia (SA)

 

 

 

Napoli, 24 settembre 2019

 

Ufficio Stampa

3510680939

info@aimanapoli.it

 

 

COMUNICATO STAMPA – Giornata Mondiale Alzheimer 2019
Condividi