Progetto Arcade: dall’ADI al Centro Diurno

Progetto Arcade: dall’ADI al Centro Diurno

 

Anno 2001-2003

Progetto Arcade: dall’ADI al Centro Diurno

Nel 2002 l’AIMA entra a far parte di un Progetto del M.S. ex art. 12 d lgs 229/99, insieme alle AASSLL Napoli 1, Napoli 5, Avellino 2, Caserta 1, AOU Federico II. L’obiettivo del progetto è quello di sperimentare un percorso assistenziale specifico sia a livello domiciliare che presso il Centro Diurno attraverdso percorsi riabilitativi per il pz in fase lieve moderata e attraverso l’ADI per il pz in fase più severa.

Principali norme 2007 – 2013

Principali norme 2007 – 2013

 

Principali leggi 2007-2013

Linee d’indirizzo rete cure palliative

Tabelle cure palliative

Integrazioni a D.C. 4 2011

Approvazione Linee d’indirizzo cure palliative

DGRC AGC20 3 N 41 del 2011 – cure domiciliari

APPROVAZIONE DELLE LINEE OPERATIVE PER L’ACCESSO UNITARIO AI SERVIZI SOCIOSANITARI -P.U.A.

LINEE OPERATIVE PER L’ACCESSO UNITARIO AI SERVIZI SOCIO – SANITARI – P.U.A. / PORTA UNICA DI ACCESSO P.U.A.

REGOLAMENTO-L.R.11-2007

L.R.11-2007

DGRC_1267 DEL 2009 Compartecipazione

DCA-49-2010 piano ospedaliero

DCA77DEL-2011 chiarimenti alla compartecipazione

DCA_81_2011 Integrazioni e modifiche al decreto77

DECRETO FONDI PER ALZHEIMER, ANZIANI, SALUTE MENTALE, MALATI TERMINALI D.C. 5 DEL  30.1.2012

ALLEGATO FONDI ALZHEIMER ANZIANI

ALLEGATO FONDI MALATI TERMINALI

ALLEGATO FONDI SALUTE MENTALE

LEGGE-15_2012 SU COORDINAMENTO ISS

DGRC50-2012 Provvedimenti a seguito dei DCA 77 e 81

DCA157_del_.31_.12.2012_proporoga_ticket

DCA3_del_14.1.2013-rettifica-DCA-157 Scadenza codici esenzione (_isee)

 

AGEVOLAZIONI FISCALI DISABILI: AGGIORNATA LA GUIDA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

 
soldi: banconoteE’ stata resa disponibile dalla Agenzia delle Entrate la versione aggiornata della guida che riassume i benefici fiscali a cui hanno diritto le persone con disabilità

La legge italiana prevede una serie di agevolazioni fiscali per le persone disabili, e per fare chiarezza su quali siano e come muoversi per averne diritto, l’Agenzia delle Entrate da qualche anno realizza una utile Guida, periodicamente aggiornata e scaricabile dal sito. E’ di pochi giorni fa la nuova versione della Guida alle agevolazioni fiscali per i disabili, che dà un riassunto di tutti i benefici economici spettanti ai contribuenti con disabilità.

Una sostanziale conferma, ma anche alcune novità nella nuova edizione, che come sempre riporta le agevolazioni in merito a: spese mediche e famigliari a carico, agevolazioni fiscali per acquisto auto e ausili informatici, sgravi per lavori di abbattimento delle barriere archiettoniche. Le vediamo insieme.

DETRAZIONI IRPEF FIGLI A CARICO – La Guida rende noto delle novità introdotte dalla Legge di stabilità(legge 228/2012), la quale ha alzato l’importo delle detrazioni di base per i figli a carico. Ricordiamo che, in generale, il contribuente con familiari fiscalmente a carico ha diritto a una detrazione Irpef, che varia secondo il suo reddito. Per ciò che riguarda i figli a carico, il reddito complessivo non deve superare i 95.000 Euro. Chi ha unfiglio portatore di handicap di età inferiore ai 3 anni ha diritto a 1.620 Euro di detrazione (rispetto ai precdenti 1.120); mentre se il bambino ha più di tre anni, la detrazione è di 1.350 Euro (rispetto ai precedenti 1.020).

RIPARTIZIONE DETRAZIONE GENITORI SEPARATI – Sempre per ciò che riguarda la detrazione per i figli, la Guida specifica che la detrazione per i figli va ripartita al 50% tra i genitori non legalmente ed effettivamente separati. In alternativa, e se c’è accordo tra le parti, si può scegliere di attribuire tutta la detrazione al genitore che possiede il reddito più elevato. Questa facoltà consente a quest’ultimo, come per esempio nel caso di “incapienza” dell’imposta del genitore con reddito più basso, il godimento per intero delle detrazioni.

AGEVOLAZIONI SETTORE AUTO – Per quello che riguarda le agevolazioni del settore auto, poche sono le novità di rilievo. Si conferma il diritto alla detrazione d’imposta pari al 19% dell’ammontare (su una spesa massima di acquisto di 18.075,99 Euro) e all’applicazione dell’iva al 4% (anziché 21%) per acquisto e riparazione di veicoli, come pure l’esenzione al pagamento del bollo auto.
Si ribadisce la possibilità di usufruirne una sola volta (cioè per un solo veicolo) nel corso di un quadriennio decorrente dalla data di acquisto. Una novità riguarda invece l’estensione dell’agevolazione dell’Iva ridotta al 4% anche per l’acquisto del veicolo in leasing. Condizione necessaria, però, è che il contratto di leasing sia di tipo “traslativo“, ovvero dalle clausole contrattuali deve emergere la volontà delle parti di trasferire all’utilizzatore la proprietà del veicolo, mediante il riscatto, da esercitarsi al termine della durata della locazione finanziaria.

 

Agevolazioni fiscali per disabili

La vigente normativa prevede agevolazioni fiscali per:

  • il settore auto;
  • i figli a carico portatori di handicap;
  • l’acquisto di ausili tecnici e informatici;
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche;
  • le spese sanitarie;
  • gli addetti all’assistenza;
  • i non vedenti.

Agevolazioni per il settore auto

Per il settore auto sono ammesse alle agevolazioni le seguenti categorie di disabili:

  • non vedenti e sordi;
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento;
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

La documentazione sanitaria richiesta:
Per i disabili psichici o mentali: verbale di accertamento dell’handicap emesso dalla Commissione medica presso la ASL di cui all’art. 4 della citata legge n. 104/1992, dal quale risulti che il soggetto si trova in situazione di handicap grave (ai sensi del comma 3 dell’art. 3 della Legge n. 104/1992) derivante da disabilità psichica e certificato di attribuzione dell’indennit&agrave, di accompagnamento (di cui alle Leggi n. 18 del 1980 e Legge n. 508 del 1988) emesso dalla Commissione a ciò preposta (Commissione per l’accertamento dell’invalidità civile di cui alla Legge n. 295 del 1990).

Agevolazioni per l’acquisto di ausili tecnici e informatici

L’aliquota IVA agevolata per i mezzi di ausilio si applica al 4% per l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento dei disabili (es. servoscala).

L’aliquota IVA agevolata per i sussidi tecnici e informatici si applica al 4% per l’acquisto di sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei portatori di handicap di cui all’articolo 3 della Legge n. 104/1992. Rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilit&agrave,, sia appositamente fabbricati. Deve inoltre trattarsi di sussidi da utilizzare a beneficio di persone limitate da menomazioni permanenti di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio e per conseguire una delle seguenti finalità:

  • facilitare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione scritta o grafica, il controllo dell’ambiente, l’accesso all’informazione e alla cultura;
  • assistere la riabilitazione.

 

SEMPLIFICAZIONI CERTIFICAZIONI – La Guida riporta un importante precisazione, relativamente allesemplificazioni introdotte dal Decreto legge n. 5/2012 in merito alle certificazioni delle persone con disabilità, per poter richiedere agevolazioni fiscali. Riportiamo di seguito: è stato previsto che:
i verbali di accertamento dell’invalidità delle commissioni mediche devono riportare anche la sussistenza dei requisiti sanitari necessari per poter richiedere le agevolazioni fiscali relative ai veicoli (nonché per il rilascio del contrassegno invalidi)
le attestazioni medico legali – indispensabili per usufruire delle agevolazioni fiscali – possono essere sostituite dal verbale della commissione medica. Tale verbale deve essere presentato in copia e accompagnato da una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà sulla conformità all’originale, resa dall’interessato. Egli dovrà dichiarare, inoltre, che quanto attestato non è stato revocato, sospeso o modificato

ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE – La Guida riporta le novità introdotte in merito alle agevolazioni fiscali previste per la messa a punto di interventi di ristrutturazione edilizia sugli immobili, volti alla eliminazione delle barriere architettoniche. Si tratta della detrazione Irpef del 50% (aumentato rispetto al precedente 36%) sulle spese di ristrutturazione edilizia per un tetto di spesa massima di 96mila Euro effettuati entro il 30 giugno 2013. Detrazione prevista solo per interventi sugli immobili, effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna del disabile. Non si applica, invece, per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità del disabile.

Per conoscere tutti i dettagli, scarica la Guida alle agevolazioni fiscali qui!

 

Per approfondire:

Agenzia delle Entrate

IN DISABILI.COM:

speciale AGEVOLAZIONI FISCALI DISABILI

 
(per gli ultimi aggiornamenti clicca qui)

speciale LEGGE 104

Francesca Martin


 

Normative

Agevolazioni e contributi statali per anziani e disabili