Al Mattino si lava da solo ma a volte ha bisogno del mio aiuto,
quando deve farsi la barba da solo non ci riesce e quindi dobbiamo
aiutarlo noi. Dopo una buona prima colazione, Antonio
viene accompagnato al centro e quando ritorna a casa racconta
di aver cantato e di aver mangiato dei biscotti. Ripete queste cose
per sei, sette volte. Ricorda molto bene le cose che lo interessano
personalmente. Ricorda ad esempio che quando il salumiere un
giorno gli disse che per un po’ non avremmo potuto trovare la
coca cola light, lui appena vide il camion della coca cola mi
ricordò di chiedere se fosse arrivata, questa è una delle tante cose
che, proprio perché gli interessa particolarmente, la memorizza.
Al pomeriggio spesso viene accompagnato da mio cugino sul
Parco Virgiliano è molto contento di andarci, anche perché c’è
un’amica di famiglia che ogniqualvolta gli regala il gelato.
Ultimamente, Antonio è molto dispiaciuto perché quest’amica
non sta più andando sul parco, a causa del tempo e del freddo.
Una cosa che non riesco a spiegarmi è perché Antonio si tira le
unghie e si tira le pellicine facendosi del male, non so proprio da
cosa dipenda.
Abbiamo un nipotino di cinque mesi e lui si diverte a giocarci
insieme. Ha molta premura per lui. Gli dedica molto tempo e lo
fa divertire tanto.
Ma quando si fa un discorso, lui si intromette con argomenti vecchi
e che non legano con quello che stiamo discutendo e vuole
che sia io, la moglie, a ricordare quello che in realtà lui non
riesce a riportare alla memoria e che comunque non ha attinenza
con i nostri discorsi.
SERAFINA RUSSO*

* Serafina Russo, Napoli.

Antonio